La durata del credito: rate di rimborso più basse grazie a una durata più lunga

Admin

La durata del credito è uno degli elementi fondamentali di un prestito. Per evitare fin da subito difficoltà nel rimborso bisogna scegliere in quanto tempo restituire la cifra presa in prestito, in modo che i pagamenti mensili siano più facili da sostenere. La durata indica il tempo di restituzione del prestito.

Chi desidera un credito con rate basse può sceglierne il livello in base alla durata del prestito. In questo modo un prestito dal periodo di rimborso più lungo permette di mantenere le rate più basse.

Grazie a un periodo di rimborso più lungo potete ridurre il vostro esborso mensile. In compenso però aumenteranno anche i costi complessivi del finanziamento, seppur in presenza di singole rate mensili dal livello più contenuto.

durata-credito-rate-piu-basse

A quanto può ammontare il mio prestito? Compilate una lista delle vostre spese famigliari, inserendo nel conto sia le entrate sia le uscite. Insieme allo stipendio bisogna poi considerare altre fonti di reddito, come assegni famigliari o rendite. Sul fronte delle spese bisogna invece considerare tra le altre l’affitto, le spese accessorie, le assicurazioni e una cifra forfettaria per far fronte a degli imprevisti.

Il limite massimo per il rimborso di un prestito è di 72 mesi. Delle rate di questo tipo hanno il vantaggio di ridurre al minimo il costo mensile del rimborso. Un periodo di 72 mesi però è ritenuto dalla maggior parte delle persone difficile da gestire, visto che con il tempo aumenta la possibilità di eventi inattesi. Un allungamento del periodo di rimborso, rivolto solo alla riduzione dell’esborso mensile, porta inevitabilmente a un innalzamento del costo finanziario complessivo. Lunghi periodi di restituzione hanno il vantaggio di mantenere proporzionalmente basse le rate mensili, permettendo di rimborsare con regolarità e comodamente le rate. Lo svantaggio è che tanto più tempo si pianifica per il rimborso, tanto più aumentano i vostri costi complessivi: se optate per una durata di 60 mesi, per esempio, risparmiate una somma considerevole in confronto a un prestito dalla durata decennale. Potete invece scegliere una durata contenuta solo se siete sicuri di poter ripagare la rata mensile senza problemi.

Il credito al consumo

Per dei prestiti rivolti all’acquisto di un moderno televisore, di un computer o di un arredamento nuovo è consigliabile accendere un credito dalla durata massima di 12 mesi. Alla durata corrisponde il tasso di interesse, che viene influenzato positivamente dal breve periodo di restituzione. Con durate brevi è possibile calcolare le possibili oscillazioni del mercato, e quanto si guadagna con tassi di interesse convenienti.

Il prestito di lunga durata

I prestiti dalla lunga durata sono comuni nell’ambito dei mutui immobiliari. In questi casi l’ammontare è solitamente molto elevato, rendendo necessario accendere un mutuo di 120 mesi, se non addirittura 180. Non sorprende quindi che nel mutuo immobiliare valgano regole completamente diverse rispetto al credito per il consumo. Gli interessi, per esempio, possono essere assicurati sulla base degli interessi di un periodo fisso. Tanto maggiore è la richiesta di credito, tanto più di norma si estende la durata del prestito.

Conclusioni a proposito della durata del credito

Individuate in anticipo quanto potete spendere mensilmente. Fate attenzione a non calcolare una soglia troppo risicata, ritrovandovi con delle rate mensili che eccedono la vostra disponibilità!


Lascia un tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *


two + 7 =

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Verwandte Themen

Ottenete il credito che desiderate con il Credito TOP di Mutuo